FAQ (Frequently asked questions)

Molte delle riposte alle FAQ qui riportate fanno riferimento a pagine già presenti all'interno del nostro sito.
Ci farebbe molto piacere il vostro apprezzamento a tali esaustivi contenuti e vi invitiamo pertanto a leggere tutti le sezioni del sito.

Per informazioni dettagliate sulle prassi adottive vi consigliamo di visitare la nostra pagina https://www.antancona.org/adozione dedicata.
Sinteticamente la riportiamo qui:
  • Prendere appuntamento per una visita POMERIDIANA con gli operatori:
  • Visitare il gattile per farvi conoscere e conoscere le storie dei nostri mici
  • Innamoravi perdutamente di uno di loro
  • Aspettare il preaffido al fine di verificare che siano rispettata le condizioni di sicurezza della futura residenza del micio. Il preaffido potrà avvenire:
    • Con videochiamata
    • In presenza con un volontario che verrà in casa vostra per consigliarvi su quali misure predisporre per evitare fughe indesiderate
  • Fissare un ulteriore appuntamento per venire a prendere il micio prescelto. Non dimenticate il trasportino. In questa fase vi verrà chiesto di compilare in tutte le sue parti questo foglio.


  • Vi chiediamo al meglio delle vostre capacità di impegnarvi nel tenerci informati dei progressi che farà il micio in casa vostra documentandole con delle foto che saranno sempre e comunque estremamente gradite.

    Tutti i Comuni Italiani DEVONO avere una prassi per le emergenze veterinarie legate al fenomeno del randagismo. Devono avere idonee strutture di contenimento territoriale e servizi veterinari per limitare le proliferazioni. I Comuni inadempienti devono essere considerati tali e vanno sollecitati anche dai cittadini ad onorare questa loro specifica competenza nel modo più consono alle loro possibilità.
    L'Anta Onlus Sez. di Ancona si occupa di gatti della sola città di Ancona. In particolare si è stipulato con il Comune di Ancona una convenzione per il contenimento di randagi nel territorio Comunale o di cessione di proprietà legati a situazioni di disagio sociale. Per questa ragione non possiamo occuparci direttamente di gatti trovati in strada per i quali il Comune ha una prassi ben delineata.
    Pertanto per QUALUNQUE SITUAZIONE nella quale si ravvisi un animale in pericolo di vita all'interno dell'area del Comune di Ancona (randagi, ferimenti etc) contattate SEMPRE LA CENTRALE OPERATIVA DELLA POLIZIA MUNICIPALE DEL COMUNE DI ANCONA. Sarà loro compito gestire tale segnalazione ed organizzare il recupero e la relativa successiva riassegnazione o ad una struttura o alla colonia di origine.
    POLIZIA MUNICIPALE 071/2222222
    Se tale situazione dovesse presentarsi in orari notturni o festivi (laddove la Polizia Municipale non potesse intervenire prontamente) è bene ricordare che esiste una legge e successive modificazioni (Legge nr.120/2010 agg. 12 Apr.2021) che determina responsabilità ben precise in caso di mancato soccorso agli animali.
    Vi chiediamo di operare le scelte che farete con buon senso ed umanità.

    La presenza in un Gattile di gatti di razza seppur evento rarissimo è una delle possibilità, tenendo conto che viviamo in una società per il quale il grave reato di abbandono animale è ancora troppo sottovalutato.

    Tuttavia preferiamo mettervi in guardia che una tale domanda pregiudicherebbe già in partenza l'attenzione dell'operatore che si sentirà fare tale richiesta per un motivo tanto banale quanto importante:
    per noi non esistono gatti “pregiati” e gatti meno “pregiati” ma ci prendiamo cura di TUTTE le creature sfortunate ed emarginate che ci vengono affidate a vario titolo con dedizione e amore smisurato.
    Nessun colore, età, razza, sesso è importante per noi perché lo sono allo stesso modo tutti, soprattutto i più deboli e i più bisognosi.
    L'adozione è un atto di vero amore e nell'amore non esiste mercimonio o selezione.
    Per tale magia non serve essere catalogato in razza o colore, in bruttezza o bellezza, in sano o malato ma per esperienze vissute da tutti noi volontari, può essere sufficiente a volte solo uno sguardo.
    Per questa ragione chi vorrà provare l'incredibile emozione di adottare da noi il suo compagno per la vita non si sentirà mai chiedere denaro ma verrà al contrario sempre ripagato dalla profonda gratitudine di un angelo peloso che possa ricordarvi che chi salva una vita salva il mondo intero.

    È in generale una delle situazioni che ci spaventa di più perché, come troppo spesso accade, nella concitazione del momento e pensando che il cucciolo sia sempre in pericolo di vita a volte se ne decreta la morte.
    Un gattino appena nato è allo stadio più critico perché dipende completamente dalla sua mamma per tutto.
    È sempre un bene spendere qualche minuto per analizzare tutto il contesto del ritrovamento iniziando a farsi delle domande precise:
  • Da quanto tempo è nato?
  • La mamma sarà nei dintorni?
  • È in pericolo di vita?
  • Nell'eventualità che io possa prenderlo per metterlo al sicuro posso gestire le prime 24/48 ore?


  • Ecco già rispondendo a queste poche domande potrete avere un'idea su come procedere.
  • Senza toccarli cercate di stabilire empiricamente la loro età, è un fattore fondamentale per determinare la possibilità di poterlo mettere al riparo e valutare in prima battuta le condizioni di salute
    • Da 0-4 giorni. I gattini sono nati ciechi e sordi, e hanno ancora il cordone ombelicale.
    • Da 5-6 giorni. Non aprono ancora gli occhi. Il loro movimento è goffo e molto ridotto. Non hanno più il cordone ombelicale.
    • Prima dei 9 giorni di età. Cominciano a sentire.
    • A 9-12 giorni. Aprono gli occhi.
    • Da 7-14 giorni. Strisciano.
    • Da 14 a 21 giorni. Cominciano a camminare.
    • A tre settimane i loro denti iniziano a uscire.
  • Durante i vari cicli di allattamento può capitare che mamma gatta si allontani per procurarsi il cibo o dissetarsi. Valutate la possibilità di monitorare la situazione per un po' di tempo per capire se hanno o ha una mamma che si nasconde perché vi ha visto magari ritornando sul posto dopo una o due ore. Chiedete a vicini o persone del posto ed indagate sulla presenza di mamma gatta.
  • Se non è possibile effettuare altro tipo di valutazioni sulle sue condizioni di salute o sulla presenza della mamma e temete per la sua vita ancora senza toccarlo allontanatevi per gestirne le chiamate ad un veterinario che possa consigliarvi.
  • Se proprio non potete fare a meno di prenderlo ricordatevi che la gestione di un cucciolo comporta l'allattamento artificiale ogni 2 ORE!!! Se non siete sicuri di poter gestire in prima persona o anche conoscendo qualcuno che possa farlo continuando a non toccarlo chiamate con urgenza la Polizia Municipale.
  • Uno dei motivi perché nel mondo si amano tanto i gatti è dovuto al fatto che essi sviluppano e mostrano ai loro amici/compagni umani, caratteri ed inclinazioni esclusivi.
    Vivere insieme ad un gatto è una continua scoperta di abitudini e piccole manie e niente ma proprio niente va dato per scontato.
    Persino il rapporto affettivo e la sua fiducia va conquistata e rinnovata ogni giorno, tanto da poter asserire che non è assolutamente vero che adottare un gatto è meno impegnativo di adottare un cane.
    Ricordatevi che per il cane oltre ad essere il loro amico per le caratteristiche etologiche tipiche della specie, siete anche il loro capobranco a cui deve rispetto ed obbedienza.
    Provate a far obbedire il vostro gatto e vi accorgerete delle differenze.
    Questa doverosa premessa è dovuta al fatto che i comportamenti dei nostri mici in Gattile sono riconducibili a tanti fattori: inprinting, carattere, simpatie, spazi, inclinazione e rapporto con gli umani.
    Pertanto è impossibile per i nostri operatori determinare con precisione le tempistiche per l'adattamento ambientale del micio che porterete in casa.
    Di loro possiamo sempre raccontarvi la loro storia e la loro indole (pacifica, diffidente, amorevole, dominante) con gli altri ospiti del gattile, ma è molto difficile indovinare le sue reazioni all'interno di una nuova casa con nuovi compagni di viaggio.
    È bene tenere a mente che sono creature molto sensibili (anche quella che avete in casa indipendentemente dalla specie) e possono reagire in modo molto inaspettato sin da subito sia positivamente (strofinamenti, giochi insieme, nanna accucciati, toilette reciproca) che negativamente (ringhi, soffiate, fughe e rincorse, deiezioni sul pavimento).

    Pertanto ci raccomandiamo vivamente di tenere presente questi piccoli consigli quando decidete di portare nella vostra casa un nuovo amico:
  • La presenza in casa di bambini può essere allo stesso positiva che negativa (tantissime famiglie hanno dovuto portare il micio nuovamente in Gattile perché hanno scoperto che i bambini sono allergici al loro pelo). È vitale che vi assicuriate PRIMA di non essere affetti da determinate intolleranze.
  • Il micio che verrete a conoscere non può essere un regalo a terzi, o ancora più semplicemente una compagnia per quello che avete in casa perché poverino è tanto solo.
  • È fondamentale investire tanto ma tanto tempo nell'inserimento in casa vostra del micio in presenza di un altro micio o di un cane. Parlatene con i nostri operatori durante l'appuntamento per scoprire il micio la cui indole sia più incline alla presenza di altri animali in casa.
  • Ricordate che il sesso e la differenza di età tra due mici (quello che avete in casa e quello che desiderate portare) può essere un fattore importante.
    Es. Femmina adulta in casa con ingresso cucciolo/a è probabile che attivi un surrogato di istinto materno nella gatta adulta.
    Raccontate agli operatori con dovizia di dettagli le caratteristiche del gatto/cane che avete già in casa.
  • Adottare è un atto d'amore non un obbligo ed è un percorso di vita per il quale è necessaria tantissima pazienza soprattutto con il nuovo arrivato:
    premiatelo per cose buone e non sgridatelo, o ancora peggio non usate MAI E POI MAI MODI VIOLENTI (oltremodo riconducibili al reato di maltrattamento animale), per cose non gradite (sono possibili per i primi tempi miagolii notturni davanti alla porta di casa, divani usati come tiragraffi, o deiezioni fuori lettiera).
    Tutta la dolcezza che investirete su di loro vi tornerà 100 volte meglio in futuro.
  • È bene ribadire ancora che sono animali estremamente empatici e sensibili quindi cercate di non suscitare gelosie tra loro dedicando più tempo ad uno rispetto all'altro.
    Usate le stesse attenzioni per tutti loro nel rispetto delle loro peculiarità.
    In casa preparate spazi e corredini (lettiere e ciotole per cibo e acqua) distinti affinché possano disporre di un loro piccolo “rifugio” dove sentirsi al sicuro.
  • Il supporto esterno è sempre molto gradito in quanto la comunità felina presente in gattile ha esigenze continue anche in termine di materiale. è pertanto sempre possibile portare del materiale in gattile purché sia in uno stato di dignitosa accettabilità.
    Ma cerchiamo di essere più precisi:

    Cibo: Si accetta tutto il cibo per mici che vorrete donarci tenendo presente che:
  • CIBO UMIDO solo RIGOSAMENTE CONFEZIONATO nella confezione originale di acquisto e non aperto. Anche fuori scadenza ma non anteriore a due mesi
  • Crocchette in confezione originale e possibilmente chiusa e se aperta non più da una settimana

  • Medicinali:
  • Come tutti ben sappiamo i gatti hanno una vita breve rispetto a quella degli esseri umani e non è affatto raro che le persone che hanno subito la recente perdita del loro compagno felino, desiderino donare al Gattile i medicinali che hanno utilizzato in casa per loro specifica esigenza. Li accettiamo di buon grado con l'ovvia raccomandazione del controllo della scadenza e se aperti del loro corretto stato di conservazione.

  • Accessori per gatti:
  • CONTENITORI PER LETTIERE: ne abbiamo davvero tante e ne prenderemo ancora solo se davvero in buonissimo stato
  • SASSOLINI PER LETTIERE: In confezione anche aperta
  • GIOCATTOLI: vanno tutti bene ma vi chiediamo di valutarne l'opportunità insieme al volontario che vi accoglierà
  • TIRAGRAFFI: Trattandosi solitamente di materiale ingombrante vi chiediamo di portarceli solo se in buone condizioni e ben puliti e disinfettati.
    Gli ospiti del gattile sono tanti e i tiragraffi sono molto apprezzati con la conseguenza che durano poco rispetto a quelli di casa dove vive un solo micio.
    Se sono già parzialmente rotti, in gattile diventeranno ben presto solo ulteriore materiale da smaltire.
  • COLLARI E GUINZAGLI: non si utilizzano MAI
  • CIOTOLE PER CIBO: Ne abbiamo davvero tante e che compriamo a volte anche di tasca nostra ai mici del nostro gattile per dotarli di ciotole sempre pulite e decorose.
    Vi preghiamo di valutare lo stato delle stesse che vorrete donarci che dovranno essere davvero in buonissime condizioni.
  • MATERIALE IGIENICO SANITARIO PER GATTI: Shampoo, mousse per il pelo, pettini e spazzole, tagliaunghie, salviette umidificate, tappetini igienici.
    Solo nuovi per ovvie ragioni igienico sanitarie.
  • TRASPORTINI: Anche in questo caso ne abbiamo a sufficienza ma se in ottimo stato li accettiamo volentieri ben lavati e disinfettati.
  • CUCCE: Molto gradite e soprattutto molto utilizzate dai mici.
    Non importa se aperte o chiuse l'importante è che siano ben lavate e disinfettate.
  • CUSCINI: Soprattutto legati alle cucce e/o possibilmente non superiori ai 40cm

  • Corredi:
  • In generale utilizziamo coperte, asciugamani e lenzuola nella maggior parte dei casi solo per le cucce che sono (vedi sopra) molto piccole, quindi, a parte l'ovvia raccomandazione di portare in gattile materiale comunque in buono stato, sono molto gradite dimensioni contenute (es. invece delle lenzuola federe di cuscini), copertine di pile/lana piccole, teli asciugamano mare, asciugamani da bagno piccoli. Disponendo di materiale di ampie dimensione (es. coperte di pile matrimoniali) e se volete fare una cosa davvero molto apprezzata è possibile portarle in gattile già tagliate.

  • Ci rendiamo conto che alcune prescrizioni che mettiamo al materiale donato possono sembrare stringenti ed addirittura sfacciate ma è bene tenere presente che il nostro obiettivo è il costante benessere delle creature di cui ci è stata affidata la cura soprattutto dal punto di vista igienico sanitario, ed il decoro della struttura e dei suoi arredi ed accessori che, è bene ricordare, è comunque aperta al pubblico dei futuri adottanti e alle visite della componente istituzionale.

    Resta comunque inteso che non abbiamo mai, e mai lo faremo, cacciato nessuno per la generosità mostrata nei confronti dei nostri amati gatti e quindi se avete dubbi o perplessità rispetto a quanto avete letto, non esitate a contattarci. Esistono tantissimi altri modi per sostenere le nostre quotidiane necessità (materiale per le pulizie, piccoli o grandi elettrodomestici, attrezzi per la manutenzione e persino materiale edile o da giardino)

    Va chiarito il concetto che il Gattile di Vallemiano è una struttura di contenimento per gatti randagi o abbandoni e soprattutto NON È UNA PENSIONE PER GATTI.
    La struttura è in grado, con i suoi ampi spazi e con il lavoro di tutti i volontari, di fornire un ottimo livello di benessere ai mici presenti, che però è bene ricordare provengono il più delle volte da situazioni estreme a rischio vita.
    Noi forniamo loro cibo ed attenzioni e tentiamo, riuscendo quasi sempre, con amore e pazienza, di recuperare la loro fiducia negli esseri umani regalando loro la prospettiva di trovare una nuova famiglia che saprà accoglierli ed amarli come facciamo noi.
    Nella struttura tutti i gatti sono liberi e possono interagire tra loro potendo contare sulla nostra attenzione costante al loro stato di salute psicofisico ma NON È ASSOLUTAMENTE ADATTA (per organizzazione di tempi dei volontari e spazi interni) alla gestione di gatti casalinghi in transito, anche a pagamento.

    Gattile "Il Rifugio" di Ancona

    Contattaci su whatsapp

    Privacy Policy

    © Gattile "Il Rifugio" di Ancona | Tutti i diritti sono riservati

    Made with ❤ by Leonardo Governatori